Home
Note legali
Il libro della Tata
 

 

 

 

 

 

 

 

 
Un foglio di nome Il Paese dei bambini che sorridono

C'era una volta e c'è ancora un foglio, nato 9 anni fa da mamma  FANTASIA. Se ci rifletti un po' è sempre stato lì ad aspettarti. All'inizio era molto piccolo e tutto bianco, quasi non si vedeva, poi, crescendo, il bricconcello è caduto nella rete e si è ritrovato in un Paese bellissimo, fatto di colori, amicizia, suoni, giochi, e da lì non si è più mosso. Anzi è andato all' anagrafe e si è fatto chiamare Il Paese dei bambini che sorridono. E' l'unico abitante e chi lo ha visto dice che abita in una piccola casa con tanti alberi intorno. Da piccolo foglio bianco, si è riempito in breve tempo, di tantissime storie e parole colorate; dice sempre quello che vede e pensa, e se capta qualcosa che non va corre subito ad avvertire bambini e genitori per metterli all'erta. E' un prode giramondo, incontra un sacco di persone di tutte le razze e colori e ascolta estasiato le loro fantastiche storie. Spesso prende il volo e parte per destinazioni molto lontane per ascoltare nuovi racconti, a volte allegri, ma anche un po' tristi. Dopo di cui, veloce come il vento, li scrive nel suo libretto magico, per portarli nel suo bellissimo Paese e condividerli con tutti voi. Non sta mai fermo, svolazza di qua e di là, divertendosi e facendo divertire un sacco di persone,specialmente i bambini, che ogni giorno, entrano senza bussare nel suo Paese. Non ci sono porte, ne confini; tutti possono entrare e magari restarci.........perchè no? Se un giorno vedrai un piccolo foglio che svolazza, non lo fermare....lascialo andare...è il Paese che va per il mondo in cerca di nuove storie da raccontarti!

GRAZIE A TUTTI!!!! Grazie Pierdavide Carone la tua canzone è un mito!!!!!

Il Paese approda su Rai 3

Puntata Alle Falde del Kilimangiaro andata in onda Domenica 13 dicembre 2009

Favole e filastrocche sul web per far sorridere i piccoli (dal quotidiano L'Informazione Domenica 13 dicembre 2009)

  Come in una favola. Metti che un giorno, una signora modenese dopo avere lasciato la sua attività di commerciante in piazza xx Settembre, dal nulla crei un portale web interamente dedicato ai bambini. Giochi, disegni, filastrocche, favole, iniziative per tutta la famiglia: un vero punto di riferimento telematica non solo per i piccoli, ma anche per mamma e papà tanto da contare oltre 10mila contatti giornalieri. Un modo di comunicare, talmente semplice e diretto, da venire citato anche dai sussidiari in uso nelle scuole di vario grado. In otto anni e mezzo, questo sito dal titolo www.ilpaesedeibambinichesorridono.it è diventato talmente famoso da approdare persino su Rai Tre dove, questo pomeriggio alle 16, verrà presentato da Licia Colò all'interno della trasmissione «Alle Falde del Kilimangiaro». Una favola diventata una splendida realtà che ci siamo fatti raccontare dalla protagonista, Franca Corbelli. «Questo sito - spiega - è nato dalla fantasia. Sono sempre stata creativa, fin da bambina amavo disegnare:, e, quando ho compreso le possibilità di Internet, mi sono trovata davanti ad una tela bianca che aspettava solo di essere dipinta. Così ho dato spazio alla fantasia: ho iniziato a scrivere e a pubblicare favole, filastrocche e canzoni per l'infanzia. In otto anni e mezzo il portale "www.ilpaesedeibambinichesorridono" è diventato di oltre 3mila pagine ed è consultabile da tutti. Il mio in­tento - ha aggiunto Corbelli - è quello di mostrare il mondo con gli occhi dei bambini, parlando loro anche di storia e tradizioni». La fiaba, tratta dal sito web modenese, che verrà letta oggi da Licia Colò si intitola «Babbo Natale ammalato» e racconta le avventure di Mamma Natale per salvare la festa più attesa dai bambini.

(Sara Ferrari) L'Informazione

Chi sono

Mi chiamo Franca Corbelli è sono nata a Modena dove risiedo. Mi ritengo un'artista autodidatta con la passione di creare situazioni innovative. Fin da ragazzina ho sempre avuto il dono della fantasia che mi accompagna ancora oggi. Amo la musica e in particolar modo il mitico Blasco e Zucchero, ma non disdegno altri generi, sono fanatica di cinema e faccio scorpacciate di film, specialmente del genere thriller, amo da morire la pizza e la buona compagnia. Adoro indossare abbigliamento estroso abbinato sempre ai mitici anfibi Dr. Martens, che ne ho di tutti i colori:-), poi che altro dire? impazzisco per i cani al punto che li considero componenti della famiglia.... Ora veniamo alle cose serie :-))) Ho vinto nel 1978 un concorso di poesia "Premio Città di Avellino" con " Gli Angeli della notte" abbinata alle opere del pittore Fernando Masi. Ho pubblicato un libro " Il Paese dei bambini che sorridono" Edizioni Il Fiorino. E' dal 2001 che mi dedico con estrema passione e dedizione a questo portale per creare un supporto pulito per bambini, genitori e scuole. Il mio sogno è vedere realizzato il Progetto del Paese. Pertanto se vorrete aiutare il Progetto anche con una piccolissima somma sarà un Progetto in crescita! N.B Il sito non raccoglie fondi a nome di nessuno. Se vuoi donare qualcosa sei pregato di farlo solamente tramite questo conto corrente
N.B Questo conto corrente è del Paese dei bambini che sorridono...non versare su altri  che potrebbero non corrispondere!

Intestato A Franca Corbelli del Paese dei bambini che sorridono

Codice IBAN
IT65R0326812901052387833110
IT 65 CIN R  BIC SWIFT SELBIT2BXXX
Abi 03268   Cab 12901
Siate sempre solidali con tutti coloro che vi circondano e sappiate prendervi cura del vostro cuore come fate del vostro corpo sino a quando non sarete in grado di stupirvi per tutto ciò che la vita vi regala ogni giorno… Ricordate sempre che aiutare chi vi sta accanto significa aiutare soprattutto voi stessi e il vostro futuro!
Cosa c’è dietro al sito?

C'é tanta speranza di poter realizzare questo Progetto....e quando si crede in qualcosa..... si crea con passione, giorno dopo giorno, quello che è diventato un obbiettivo importante. Tutto ciò che vedete nasce da un 'interiorità ", che si trasforma in "arte" . Non  servono scuole per imparare a creare una situazione che porti un sorriso a chiunque entri nel sito. Per questo sono occorse parecchie rinunce e grossi sacrifici, per poter creare con mezzi limitati , questo portale che ora ha più di 3000 pagine e serve da supporto a innumerevoli scuole italiane ed estere. Il portale è stato ritenuto un valido supporto, tanto da essere menzionato sul sussidiario scolastico IperLibro n.5 della De Agostini. Nonostante tutto il sito rimane ancora ad oggi autofinanziato.  Il sogno principale é vedere realizzato il Progetto del Paese; tutto questo può risultare vano, se non mi tenderai una mano a portare avanti, in modo concreto,(sponsor e pubblicità) questa grande aspirazione, che da oltre 7 anni è in rete e che vorrei continuare a condividere con voi per sempre.

Lo scopo del sito

In un tempo come il nostro, ricco di avvenimenti, dove la storia si studia sui quotidiani o la si vede in tv, nasce in noi il desiderio di mantenere vivo il legame che ci univa a vecchie tradizioni che nella ricchezza di esposizione, riportino i bambini attraverso il metodo di narrazione genitore-figlio, nonno-nipote e insegnante-alunno, ad una scala di valori più vicina alla semplicità. Questo perché, mentre l’immagine visiva (quella dei cartoni animati o dei film) suscita nel bambino reazioni più o meno istintive fatte di sensazioni (l’emulazione dei vari personaggi…), la narrazione da parte di un adulto di una favola, oltre che a creare pathos, ha la capacità di dare forma alla sua fantasia (a volte piena di paure ancestrali), e favorendo la riflessione, lo aiuta nel difficile passaggio dal suo mondo fantastico a quello reale (il riconoscimento delle sue paure e la condivisione delle stesse con una persona che lo guiderà a superarle). Ecco che nasce l’esigenza di creare uno sito che non faccia dimenticare le filastrocche, le favole popolari, le feste e le tradizioni di una volta che, rilette in un contesto moderno, riportino a scoprire quei messaggi estremamente attuali in esse contenuti. Le sezioni che man mano si aprono agli occhi dei visitatori, li guideranno a conoscere quei mondi non così tanto lontani, pieni di colori e cariche di atmosfere. 

Intervista di Controcampus Rivista universitaria

Il Paese dei bambini che sorridono" nasce sei anni fa dalla fantasia di Franca Corbelli. Con pochi mezzi e modeste attrezzature crea un portale di oltre 1500 pagine, visitate ogni giorno da circa 7000 utenti italiani e stranieri. Una memoria virtuale di ciò che riguarda il bambino e il suo mondo.  Nella vita e nel lavoro è  capace di cogliere, in una società spesso sorda e frenetica, l’armonia di un sorriso, la ricchezza della semplicità. In un’intervista a Controcampus commenta la sua esperienza “Tutto ciò che vedete nasce dal " dentro", ed è arte . Non servono scuole per imparare a creare una situazione che porti un sorriso a chiunque entri nel sito”. Numerosi i sacrifici compiuti per realizzare il portale che, ad oggi, risulta uno dei supporti più usati dalle scuole italiane e straniere. “Il paese dei bambini che sorridono è nato e cresce in una stanzetta di un appartamento alla periferia di Modena  dove viene  gestito solo da Franca.  Lo scopo del portale è quello di raccogliere in una memoria virtuale, tutto il materiale: favole, miti, leggende, tradizioni, consentendo in rete un punto di riferimento per coloro che, lavorando con i bambini, desiderano attingere informazioni atte alla loro crescita. “ Il frutto della ricerca – commenta Franca Corbelli- non è una raccolta enciclopedica, ma una selezione accurata di materiale che punti a non far perdere le tracce di scritti e storie che altrimenti potrebbero essere dimenticate. Il lavoro prevede anche una rielaborazione del testo, che renda il racconto di più facile apprendimento. E' per questo motivo che invito tutti, gli Enti, le Fondazioni e le Regioni, le aziende che con il loro sponsor riusciranno a dare una mano, a prendere atto del lavoro svolto, per appoggiare, finanziando il progetto in cui credo”. “Il Paese dei bambini che sorridono” non opera nessuna raccolta di fondi, le donazioni possono avvenire, esclusivamente, tramite il sito www.ilpaesedeibambinichesorridono.it. “La gestione di un sito tuttavia – conclude Franca Corbelli - richiede tempo, idee, stimoli sempre più forti, per questo servono molte energie. Ogni contributo, anche modesto, è un aiuto prezioso. Ti chiedo di aiutare a continuare questa che è l’avventura di tutti. Facendo una piccola donazione. Ti ringrazio sin d'ora per l'aiuto che  potrai dare al lavoro che tanto mi appassiona e che per me è vitale!”. Un appello accorato che merita di essere ascoltato, considerato. La sensibilità di Franca e è rara, preziosa. Non lasciamo inaudita la richiesta.
Anna Grazia Concilio redattrice
Fai felice Il Paese e scrivi un tuo commento se ti piace questo  sito o questa pagina
Questo sito é autofinanziato...fai crescere con il tuo sponsor il Paese.
   
Il Paese dei Bambini che sorridono" ©
Partita Iva02895640361
Tutti i diritti riservati agli autori stessi.
E' severamente proibito copiare testi e immagini.
I trasgressori saranno perseguiti legalmente.
Per contatti scrivere:  Franca