Home
Su
Sono orribile
Mi sento a pezzi
Dieta
Uffa non sono...
La gelosia
Per un sorriso da star
Il cellulare
La compagnia
La delusione d'amore
Diario segreto
Libera uscita
Le mestruazioni
La moda
Il piercing
La punizione
La paghetta
Il tabacco
La timidezza
Non ho fame
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo termine, che deriva dal latino menstruum (mensile), definisce la perdita di sangue dall'apparato genitale femminile, che si verifica regolarmente ogni mese in età feconda, se non si è incinta. Le prime mestruazioni arrivano durante la pubertà, le ultime nel corso della menopausa. Il mestruo è il risultato di un processo che si chiama ciclo mestruale (perché dura un mese circa) e che compare nella ragazza che inizia la pubertà. Questo ciclo dura in media 28 giorni e si ripete tutti i mesi se non c'è gravidanza. La comparsa del flusso segna l'inizio di ogni ciclo mestruale.
Cosa succede tra una mestruazione e l'altra? Durante la prima parte del ciclo (i primi 14 giorni circa), la mucosa che riveste l'interno dell'utero si ispessisce per prepararsi ad accogliere un ovulo fecondato. Durante questo tempo, un ovulo matura nell'ovaia e ne viene espulso intorno al 14° giorno (è l'ovulazione). Poi l'ovulo scende attraverso la tuba verso l'utero: è in quel momento che può incontrare uno spermatozoo ed essere fecondato. In questo caso raggiunge l'utero per annidarvisi, diventa embrione e comincia a svilupparsi. Se l'ovulo non è stato fecondato, la mucosa uterina inizia a regredire, si stacca, il che produce sanguinamento. Il sangue e i pezzi di mucosa vengono espulsi attraverso la vagina e questa è la mestruazione. Quando arriva la prima mestruazione? La prima mestruazione arriva quando la pubertà è già iniziata: lo sviluppo del seno e la comparsa di peli sul pube sono spesso i primi segni. Ma l'arrivo delle mestruazioni non significa la fine della pubertà, perché il corpo continuerà a trasformarsi. La prima mestruazione compare di solito tra gli 11 e i 16 anni, eccezionalmente prima o dopo, a seconda dello sviluppo fisiologico di ogni ragazza, quando il suo corpo è pronto.All'inizio il ciclo può essere molto irregolare (da 25 a 35 giorni). A volte, dopo la prima mestruazione, possono passare anche parecchi mesi prima di averne un'altra.
 Il corpo ha bisogno di tempo per abituarsi a questo nuovo ritmo. Ogni ragazza scoprirà a poco a poco il suo. Spesso le prime mestruazioni avvengono senza ovulazione, ma bisogna comunque sapere che, a partire da quel momento, una gravidanza è possibile, per cui, in caso di rapporto sessuale, bisogna fare attenzione. Si possono avere mestruazioni più o meno abbondanti, più o meno lunghe (da 2 a 8 giorni). Spesso il mestruo si accompagna a dolori, ma non sempre. Si possono avere mal di pancia, cefalee, sensazione di dolore al seno, senso di spossatezza e di malessere. Se questi dolori sono troppo difficili da sopportare, sarà opportuno parlarne con il medico che prescriverà degli antidolorifici. L' importante non prendere l'aspirina durante la mestruazione, perché fluidifica il sangue e rischia di aumentarne il flusso. Essere mestruate non significa essere malate. Non c'è motivo di cambiare stile di vita. La maggior parte delle donne lavora durante questo periodo, e le campionesse sportive riescono anche a vincere delle medaglie.
Probabilmente non vi sentite a vostro agio e provate il bisogno di lavarvi più spesso. È giusto, ma basterà che vi laviate un po' più del solito. Non c'è bisogno di continui grandi lavaggi; cambiate regolarmente l'assorbente, che sia esterno o interno, e lavatevi ogni volta che lo cambiate (attenzione agli assorbenti interni, sono così comodi che si rischia di dimenticare di averli. Nella lingua comune una ragazza dispone di varie formule per dire che è mestruata: sono indisposta, ho le mie cose... Ma ogni ragazza può inventare una sua espressione da usare in codice! L'arrivo della prima mestruazione è un momento di grande emozione nella vita di una ragazza: ci si sente turbate, forse un po' tristi all'idea di lasciare l'infanzia, ma anche fiere di entrare nella vita vera, quella dei grandi, e di cominciare la propria vita di donne. Vi dovete anche abituare a tutti i piccoli inconvenienti che accompagnano le mestruazioni: vi sentite meno libere nel corpo, e comunque sempre meno libere dei maschi che non hanno questo problema.
 E anche se avete aspettato questo momento con impazienza, spesso siete disorientate e un po' deluse. Vi chiedete perché mai le ragazze che le avevano già ne parlassero con tanto orgoglio! Eppure sentite anche voi che questo è un momento importante: state diventando grandi, il vostro corpo sta cambiando, anche la vostra testa, i vostri pensieri e i vostri sentimenti cambiano, molte volte non vi riconoscete più. La comparsa delle mestruazioni indica che il vostro corpo funziona bene, che si sta preparando, quindi che siete in ottima forma. Perciò è normale che con tutte queste emozioni contrastanti vi sentiate un po' più fragili, smarrite, irritabili, e a volte un po' depresse. In alcuni paesi la prima mestruazione di una ragazza viene festeggiata. È il suo ingresso nel mondo delle donne: le fanno indossare un vestito nuovo e a volte le danno anche un nuovo nome. Da noi la cosa è molto più discreta: spesso non se ne parla proprio, e meno che mai ai fratelli e al papà.
 Ma niente vi impedisce di festeggiare in segreto con la mamma o con la vostra migliore amica! Per stare tranquilla, tenete sempre in borsa un piccolo astuccio con dentro assorbenti, fazzoletti di carta e anche uno slip di ricambio. - Segnate sul calendario la data di arrivo delle mestruazioni. Eviterete cosi di essere prese alla sprovvista e imparerete a riconoscere il ritmo del vostro corpo. Assorbenti esterni o interni? Gli assorbenti esterni sono molto discreti (non si vedono sotto i pantaloni!), comodi e molto sicuri. Potete sperimentare i vari tipi dall'inizio alla fine del mestruo, e finirete per trovare il tipo che fa per voi. Gli assorbenti interni sono molto pratici, ma è meglio non usarli continuamente, riservandoli per andare al mare, nuotare e fare sport.
 
Fai felice Il Paese e scrivi un tuo commento se ti piace questo  sito o questa pagina
Questo sito é autofinanziato...fai crescere con il tuo sponsor il Paese.
   
Il Paese dei Bambini che sorridono" ©
Partita Iva02895640361
Tutti i diritti riservati agli autori stessi.
E' severamente proibito copiare testi e immagini.
I trasgressori saranno perseguiti legalmente.
Per contatti scrivere:  Franca