Home
Su
Farfalle al punto..
Palline magiche
Linguine del lupo
Fusilli ai piselli
Piccantine rosse
Polpettine di carne
Maccheroncini
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

Polpettine di carne

 
600 g di polpa di vitello macinata
 2 uova
1/4 di litro di latte
100 g di parmigiano grattugiato 4 fette di pan carré
  un pizzico di prezzemolo tritato fine
 farina
olio d'oliva
salsa di pomodoro
sale
Dosi per 4-6 persone

Versate il latte in una ciotola e unitevi il pan carré spezzettato lasciandolo ad ammorbidirsi per circa 5 minuti. Strizzate il pane, ma non troppo e conservate il latte rimasto. Mettete il pane, i tuorli, il parmigiano e il prezzemolo in un tritatutto e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Ponete la carne trita in una ciotola e unitevi il composto di pane. Salate leggermente e impastate con le mani fino a che diventa omogeneo e compatto. Se fosse necessario, se cioè l'impasto fosse un po' troppo denso e appiccicoso, lavo rate lo con il latte rimasto.Con le mani leggermente inumidite ricavate dall'impasto tante piccole palline fino a esaurimento. Passate le palline in un poco di farina e adagiatele in una pirofila.In una padella bassa e larga scaldate qualche cucchiaio di olio d'oliva a fiamma moderata. Tuffate a una a una le palline nell'olio caldo e cuocetele fino a che diventeranno di un bel colore dorato (5-10 minuti circa a seconda della grandezza). A mano a mano che sono pronte adagiatele su un foglio di carta assorbente per togliere l'olio in eccesso. Quando sono tutte cotte, eliminate dalla padella l'olio rimasto e rimetteteci le palline coperte di una buona salsa di pomodoro. Lasciatele cuocere a fuoco moderato fino a quando la salsa non sarà ben calda e le polpettine perfettamente cotte all'interno (circa IO minuti).Servitele a piacere con del riso. Queste palline sono buone anche in bianco, guarnite con pisellini o zucchine.
Il Paese di Contrariolandia
C'era una volta un paese dove tutto era messo all'incontrario. Questo paese si chiamava Contrariolandia. A Contrariolandia le case avevano la porta al posto della finestra e la finestra al posto della porta così che gli abitanti dovevano entrare dalla finestra e affacciarsi alla porta. Le automobili avevano il volante dietro e il bagagliaio davanti, così che il posto di guida era dietro e i bambini stavano seduti davanti. Le biciclette avevano il manubrio in basso e i pedali in alto così che i bambini dovevano pedalare con le mani e guidare con i piedi. Gli alberi avevano le radici in alto e i rami in basso così che quando gli uccellini si posavano sui rami venivano mangiati dai leoni. I cani avevano la testa al posto della coda e la coda al posto della testa così che il guinzaglio andava attaccato alla coda e loro camminavano all'indietro. Gli uomini si vestivano con le gonne e le donne con i pantaloni così che erano le donne a portare i pantaloni. I frigoriferi scottavano e i forni facevano freddo così che bisognava mettere la Coca-Cola in forno e la pizza in frigorifero. Il mare era fatto di sabbia e la sabbia di acqua così che le navi dovevano navigare sulla spiaggia. Le strade non portavano da nessuna parte e nessuno poteva viaggiare. La luna faceva giorno e il sole faceva notte così i bimbi dormivano di giorno e stavano svegli di notte. Le cose buone erano cattive e le cose cattive erano buone così che i bimbi mangiavano solo le cose cattive. Il sale era dolce e lo zuccchero salato così che le mamme salavano le torte e zuccheravano le minestre. Le mamme si arrabbiavano sempre quando i bambini erano buoni ed erano invece buonissime quando i bambini erano cattivi. I cinema avevano lo schermo di dietro e le sedie davanti e per guardare un film bisognava tenere la testa sempre girata.
Il vino era acqua e l'acqua era vino così che i bambini potevano bere solo vino.A scuola non si imparava niente e per imparare qualche cosa si doveva rimanere a casa. Le  punture facevano il solletico e il solletico pungeva così che i bambini volevano sempre farsi le punture e avevano paura del solletico. I bambini non volevano mai giocare, volevano solo studiare e per farli giocare bisognava sgridarli. Il profumo puzzava e la puzza profumava così per profumare bisognava spruzzarsi un po' di puzza. I bambini volevano solo guardare il telegiornale e i genitori volevano guardare i cartoni animati così che i genitori guardavano sempre la televisione e i bambini quasi mai. Anziché dormire sul letto si dormiva sotto il letto. L'acqua asciugava e l'aria bagnava così che ci si lavava con l'aria e ci si asciugava con l'acqua. I grassi erano magri e i magri erano grassi così che i magri non dovevano mangiare e i grassi dovevano mangiare molto. A Contrariolandia le storie non finivano mai e iniziavano sempre. Per finire questa storia allora dobbiamo immaginare di partire da questo strano paese, perché lì la realtà è solo fantasia e noi dobbiamo partir di là e rientrar nella realtà.
 Fai felice Il Paese e scrivi un tuo commento se ti piace questo  sito o questa pagina
Questo sito é autofinanziato...fai crescere con il tuo sponsor il Paese.
   
Il Paese dei Bambini che sorridono" ©
Partita Iva02895640361
Tutti i diritti riservati agli autori stessi.
E' severamente proibito copiare testi e immagini.
I trasgressori saranno perseguiti legalmente.
Per contatti scrivere:  Franca