Home
L'uguaglianza
La Dignità
La Sicurezza
Le cure speciali
L'Affetto
Il Soccorso
L' Educazione
L'Identità
La Tutela
La Pace
Gino Strada
L'isola degli..
Io credo
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa é una sezione speciale non solo per l'argomento trattato, ma per «come» viene trattato. Di diritti dei bambini si parla da sempre, ma ben pochi sanno che da oltre quaranta anni (esattamente dal 1959) esiste una Dichiarazione dei Diritti del Bambino: questa sezione vuole essere anche un tentativo di sensibilizzare coscienze atrofizzate, una scommessa che speriamo di vincere.  Nella struttura della sezione  si alternano fiabe e diritti, nel tentativo, (speriamo riuscito) di unire il piacere della lettura fantastica, alla conoscenza . Il nostro fine è quello di divertire e di interessare i bambini, aiutare a sensibilizzare famiglie ed educatori: un fine ambizioso. Una sezione speciale anche per questo. Buona lettura.
La marcia dei diritti

Un-due, un-due, un-due, un-due. 
 È la marcia dei diritti dei bambini. 
Della Carta dei Diritti dei bambini
Marsch!
Ho aperto un libricino ed ho letto che un bambino da mangiare, non ce l'ha.  E c'è chi non ha da bere con il rischio di morire: senza acqua come fa? Ma come fanno, io non ci credo. Non si può fare, io non ci credo.
Ho sfogliato bene bene quelle foto di bambine invecchiate dal lavoro. E di quelli senza un tetto e di quelli senza affetto senza un poco di decoro.
Ma come fanno, io non ci credo. Non si può fare, io non ci credo. Non si può.
I diritti sono di tutti l'ha spiegato la maestra c'è una carta scritta apposta per difendere i bambini. Tutti i capi delle nazioni hanno fatto riunioni hanno detto e hanno scritto sui diritti dei bambini Allora perché? Allora perché?
Quando gioco al girotondo penso che su questo mondo c'è qualcosa che non va. Che ci sono dei bambini, sulle strade abbandonati senza mamma né papà. Ma come fanno, io non ci credo. Non si può fare, io non ci credo.
Poi da un'altra parte ancora c'è chi non può andare a scuola. Chi giocattoli non ha.
E c'è pure chi si ammala e gli manca quella cura che il suo medico non ha. Ma come fanno, io non ci credo. Non si può fare, io non ci credo. Non si può.
I diritti sono di tutti ... Allora perchè?
C'è un bambino che lavora, chi subisce una tortura. Che è venduto come schiavo. Chi è costretta per le strade già per vendere l'amore da qualcuno assai cattivo. Ma come fanno, io non ci credo. Non si può fare, io non ci credo.
C'è chi muore appena nato: non è stato vaccinato. C'è chi cresce malnutrito.  C'è chi viene emarginato c'è chi un handicap ha avuto, c'è chi viene malmenato. Ma come fanno, io non ci credo. Non si può fare, io non ci credo. Non si può.
I diritti sono di tutti...
Con la Carta, il futuro migliore sarà.
Un-due, un-due, un-due, un-due
E' la marcia dei diritti dei bambini. Della Carta dei Diritti dei bambini.
 
Fai felice Il Paese e scrivi un tuo commento se ti piace questo  sito o questa pagina
Questo sito é autofinanziato...fai crescere con il tuo sponsor il Paese.
   
Il Paese dei Bambini che sorridono" ©
Partita Iva02895640361
Tutti i diritti riservati agli autori stessi.
E' severamente proibito copiare testi e immagini.
I trasgressori saranno perseguiti legalmente.
Per contatti scrivere:   Franca